G8 a L’Aquila: come bruciare 400 milioni di euro

“Il G8 si sposterà dalla Maddalena a L’Aquila” -fu detto dopo pochi giorni dal terremoto-“si risparmieranno così oltre 200 milioni di euro”. Ok, d’accordo, di questi tempi il risparmio è la parola d’ordine…ma, attenzione, due domande mi sorgono spontanee: ma per riunire 8 capi di stato per “parlare di crisi” c’è davvero bisogno di spendere quasi 400 milioni di euro? Seconda domanda: visto che si sarebbe potuto risparmiare, perchè non è stato direttamente programmato in un posto dove sarebbe costato di meno? Manco a dirlo, i primi dati parlano di oltre 370 milioni di euro stanziati dallo Stato: si parla di 209 milioni di euro per le opere di bonifica e adeguamento dell’”Arsenale”, la struttura della Marina militare che avrebbe dovuto ospitare il vertice, 50 milioni di euro spesi in Abruzzo, 35 milioni stanziati dal ministero degli Esteri per le attività preparatorie del vertice e circa 85-90 milioni di euro spesi per la sicurezza dell’evento. Il sindacato di polizia parla di 87 milioni di euro contro i 113 previsti per La Maddalena.

Quindi? A che gioco stanno giocando? A rendere il tutto ancora più assurdo, è il fatto che, come in quasi tutti i summit dei cosiddetti “grandi” della politica intenrazionale, non si è arrivata a nessuno conclusione. Questo G8 riprendeva gli stessi argomenti di quelli dell’anno scorso: Economia (nessuna decisione presa), Clima (nessuna decisione presa), Politica Internazionale (sono tutti d’accordo che l’Iran non può dotarsi di armi nucleari….wow…figata), Aiuti ai Paesi Poveri (20 miliardi di dollari per l’Africa in 3 anni, 15 miliardi vennero stanziati 5 anni fa, nessuno ne ha visto un centesimo).

Una inconcludente riunione mediatica che ha la pretesa di essere un forum globale, ma si riduce a proporre soluzioni generiche, le cui decisioni non sono neppure vincolanti, tant’è vero che vengono puntualmente disattese.

Dunque, è proprio necessario bruciare ogni anno centinaia di milioni di euro per degli pseudo summit che potrebbero essere fatti ottimamente in videoconferenza? E poi, questa spettacolarizzazione del terremoto non è abbastanza fuori luogo? Cos’ha portato questo G8 a L’Aquila? Solo maggiori difficoltà e 400 milioni di euro in meno, ecco cos’ha portato.

Antonio di Pietro:”Finita la “festa G8” si spengneranno le luci e si tornerà alla realtà, a Termini Imerese, al nucleare in Veneto e Sicilia, al Lodo Alfano, al bavaglio alle intercettazioni, al -5% del Pil, alla stretta creditizia che soffoca le imprese.
I leader del G8 conoscono benissimo la biografia di Silvio Berlusconi, ben oltre la paginetta che gli è stata consegnata”.

Annunci
Categorie: Politica | Tag: , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: