40 anni fa, lo sbarco sulla luna.

Il 20 luglio 1969, a bordo dell’Apollo 11 Neil Armstrong, Edwin Buzz Aldrin e Michael Collins partirono alla conquista della luna. Il modulo lunare chiamato “Eagle“, venne separato dal “Columbia“. Collins rimase a bordo del Columbia, mentre l’Eagle con Armstrong e Aldrin, scendeva sulla superficie. Dopo circa 6 ore e mezza dall’allunaggio, Armstrong compì il “grande balzo per l’umanità”, scese dal modulo lunare e passeggiò sulla superfice della luna, seguito da Aldrin: “Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l’umanità.”  I due astronauti trascrosero quasi 2 ore sul suolo lunare, fotografarono la superfice lunare, raccolsero campioni di roccia e issarono la bandiera americana, e una placca con scritto: “Qui uomini dal pianeta Terra
fecero il primo passo sulla Luna Luglio, 1969 d.C. Siamo venuti in pace per tutta l’umanità
“.

image11

image5

I tre astronauiti fecero ritorno sulla terra 4 giorni dopo, il 24 luglio 1969, ma l’allora presidente Nixon, fece preparare un discorso in caso di fallito esito della missione:

« Il destino ha voluto che gli uomini che sono andati sulla Luna per esplorarla in pace, rimarranno sulla Luna per riposare in pace. Questi uomini impavidi, Neil Armstrong ed Edwin Aldrin, sanno che non c’è speranza per il loro recupero. Ma sanno che c’è speranza per l’umanità nel loro sacrificio.

Questi due uomini stanno donando le loro vite per l’obiettivo più nobile dell’umanità: la ricerca della verità e della conoscenza. Si addoloreranno le loro famiglie ed i loro amici; si addolorerà la loro nazione; si addolorerà tutta la gente del mondo; si addolorerà la Madre Terra per avere mandato due dei suoi figli verso l’ignoto.

Nella loro esplorazione, hanno unito le popolazioni del mondo come se fosse una; nel loro sacrificio, hanno legato ancora più strettamente la fratellanza tra gli uomini. Nei giorni antichi, gli uomini hanno guardato le stelle ed hanno visto i loro eroi nelle costellazioni. Oggi, noi facciamo lo stesso, ma i nostri eroi sono uomini in carne e ossa.

Altri seguiranno e certamente troveranno la loro via di casa. La ricerca dell’Uomo non verrà negata. Ma questi uomini erano i primi, e i primi resteranno nei nostri cuori.

Ogni uomo che guarderà la Luna nella notte, saprà che c’è da qualche parte un piccolo angolo che sarà per sempre l’umanità»

Da allora ci furono altre 5 missioni che portarono l’uomo sulla luna, l’Apollo 12, 14, 15, 16 e 17, per un totale di 12 astronauti. Le ultime parole dette da uomo sulla luna: “Qui l’uomo completò la sua esplorazione della Luna nel dicembre 1972. Possa lo spirito della pace nel nome della quale qui giungemmo riflettersi sulla vita di tutti gli uomini“, dette dal comandante dell’Apollo 17 Eugene Cernan.

Non mancano però i dubbi sulla veridicità della missione dell’Apollo 11, tante incongruenze sono state trovate nei video dell’allunaggio e molte cose portano a pensare che sia stata tutta una messa in scena per arrivare sulla luna prima dei Russi.

Secondo la NASA, torneremo sulla luna nel 2020, e verrà costruita una base spaziale!


Annunci
Categorie: Curiosità | Tag: , , , , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “40 anni fa, lo sbarco sulla luna.

  1. Michè….ma si sicur che è neil armstrong?…a me mi pare Lance Armostrog…quello è arrivato primo dappertutto…mi pare strano che nn è arrivato primo anche sulla luna :)…complimenti per il sito…lo visiterò più spesso!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: